Ogni vita è un viaggio! Il Festival del Viaggiatore

scritto il 23/09/2022

si parla di

condividi questo contenuto!

Maser 23 settembre
Borgo Antico di Asolo 24 25 settembre
L’VIII edizione del Festival del Viaggiatore, ideato e organizzato dall’Associazione InArtEventi – cultura in movimento farà tappa a Maser il 23 settembre e si concluderà nel Borgo Antico di Asolo il 24 e 25.

Ancora tanti ospiti prestigiosi: Guidalberto Bormolini, Lorenzo Cappellini, Ascanio Celestini, Simone Crestani, Mauro Garofalo, Francesco Moser, Ivan Zazzaroni, Samuel dei Subsonica, Simone Salvini, Stefano De Sando, Alessandra Tedesco, Mariapia Veladiano, Susy Zanardo.

Tra gli appuntamenti più attesi la proclamazione del Premio Segafredo Zanetti – Città di Asolo UN LIBRO UN FILM che si terrà il 24 settembre alle 20.30 presso il Teatro E.Duse. Condurrà Alessandra Tedesco e saranno presenti i finalisti: Viola Ardone, Oliva Denaro (Einuadi), Alessandro Bertante, Mordi e fuggi (Baldini+Castoldi), Alessio Forgione, Il nostro meglio (La Nave di Teseo), Andrej Longo, Solo la pioggia (Sellerio), Gigi Riva, Il più crudele dei mesi (Mondadori). Una parte della serata sarà dedicata alla produzione della serie Netflix “Tutto chiede salvezza” (opera vincitrice Premio Segafredo Zanetti,2020) con la presenza dello scrittore e sceneggiatore Daniele Mencarelli.

Si comincia il 23 settembre a Maser, presso Villa di Maser alle 20.30 si terrà l’incontro Pasolini, il sentore di un’epoca. Ascanio Celestini dialoga con Daniela Amenta su Pier Paolo Pasolini scrittore, regista, saggista, ma soprattutto poeta. Che cosa ha permesso a quest’uomo versatile e contraddittorio di leggere il suo tempo e di anticipare le trame di quello che verrà? Non solo la conoscenza, non solo il talento, non solo la capacità di analisi. Viaggio inedito nella vita e nelle passioni di uno dei più grandi e liberi intellettuali del ’900, attraverso gli occhi e il cuore di un altro poeta delle passioni civili.

Dal 24 settembre iniziano gli incontri ad Asolo. A partire dalle 10 a Villa La Mura, la filosofa Susy Zanardo, insieme a Giulia Cananzi, ci parlerà dell’incertezza che domina i nostri giorni, tra inquietudini e speranza, mentre continuiamo a chiederci dove stiamo andando e che caratteristiche avrà il mondo che cambia sotto i nostri occhi. La filosofia non è solo speculazione, non può essere rivolta a pochi iniziati o rimanere in balia di scaffali polverosi, ma dev’essere un mezzo, alla portata di tutti, per trovare altri modi di leggere il mondo e di cercare soluzioni.

Alle 11 presso l’Hotel Villa Cipriani ci sarà lo Show cooking dello chef Simone Salvini, uno dei più grandi maestri della cucina vegetariana, vegana e ayurvedica, viaggiatore e ricercatore di ingredienti e tradizioni in molti Paesi del mondo, accompagnato da letture a tema di poesie di Tagore, selezionate da Brunilde Neroni, affermata traduttrice dal sanscrito dei testi dei poeti indiani.

Alle 11.30,in Villa Cipressina Coin, il pubblico del Festival potrà ascoltare dal vivo e in prima esecuzione assoluta Love Song per pianoforte ed orchestra, di Damiana Natali, appena uscito ed ora ascoltabile su tutte le piattaforme.

Alle 12in Villa La Torricella,Stefano De Sando, doppiatore e cantante, dialoga con Daniela Amenta. De Sando è presente in alcuni film cult del cinema mondiale, da Wall Street a Jurassic Park, ma nessuno l’ha mai visto. È una voce più che un volto che da oltre 30 anni presta le parole a uno dei più grandi attori dei nostri tempi: Robert De Niro. Un doppiatore dal talento eccezionale che nella sua lunga carriera è stato anche Gerard De Pardieu, Nick Nolte, Steve Martin o Danny De Vito, senza mai abbandonare un atro grande amore: la musica.

Alle 15 nella Sala Consiliare si terrà l’incontro Cercatore di tesori con Silvia Breda, Centro per la Sostenibilità di Fondazione Università Ca’ Foscari, Guglielmo Frasson, Mepol srl, Gian Carlo Gallina, Sagotec srl, Marta Bortolotto, iTatami srl, che dialogheranno con Andrea Saviane, ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato Imprese Veneto. Energia e materie prime sono diventate autentici tesori, sempre più difficili da reperire a costi sostenibili. Nel contempo l’Unione Europea ha adottato politiche sempre più ambiziose, costringendo le imprese ad accelerare i processi di transizione ecologica. Tre imprenditori racconteranno quali soluzioni hanno ricercato non solo per contenere i consumi, ma per trasformare i processi produttivi secondo approcci circolari.

Alle 16 a Casa Duse si terrà l’incontro Nuovi viaggi e nuovi viaggiatori con Luca Caputo, destination manager e Angelo Pittro, direttore di Lonely Planet Italia e Camillo Bozzolo, Direttore sviluppo aviation del Gruppo Save, aeroporto Marco Polo di Venezia. Modera Germana Cabrelle. L’emergenza sanitaria e il conflitto in Ucraina hanno messo a dura prova non solo l’industria del turismo ma anche il senso del viaggio e del viaggiare. Non è solo una questione economica ma anche esistenziale e valoriale. Una sfida complessa che potrebbe aprire inattese possibilità.

A Villa Freya alle ore 17.00 una chiacchierata musicale con Samuel Romano, frontman e voce dei Subsonica. Alla continua ricerca di parole e suono: dai primi concerti agli ultimi album da solista, Venezia e il mare, dance ed elettronica, i Motel Connection. La creatività e ispirazione di uno degli artisti italiani di maggior successo. Con Mauro Garofalo, co-autore della biografia Come respirare (Mondadori)

Alle 18 presso Palazzo Fietta Serena,Stefano Serafini, Campione di Tiramisù 2021, svelerà i segreti per preparare un ottimo tiramisù secondo la ricetta originale. Il suo tiramisù a forma di cuore ha fatto il giro del mondo, diventando simbolo culinario dell’amore. Francesco Redi, inventore della Tiramisù World Cup, racconterà aneddoti e curiosità che ruotano intorno al dessert al cucchiaio più famoso al mondo. Nel corso dell’evento verrà offerto ai presenti un assaggio del Tiramisù preparato da Stefano Serafini.

Si proseguirà sempre ad Asolo il 25 settembre a partire dalle 10 a Casa DUSE con Alessandra Tedesco che nel programma di Radio 24 “Il Cacciatore di libri”, è alla costante ricerca, fra le novità editoriali, dei romanzi che possono incontrare i diversi gusti degli ascoltatori. Una ricerca appassionata per offrire ai lettori un modo per orientarsi nella
vasta produzione editoriale.

Alle 10.30 nel Convento SS. Pietro e Paolo, Guidalberto Bormolini, teologo e tanatologo, dialogherà con Alberto Vela, editor Edizioni Messaggero Padova. C’è vita nella morte? Che valore ha cercare rivoli di senso nella realtà che coincide con il nostro limite estremo e che ci appare insensata, temibile, misteriosa? In questa età ferita e disorientata, dove il limite è continuamente riproposto da eventi come la pandemia e la guerra, ha senso partire proprio dalla fine per ritrovare nuovi inizi?

Alle 12 presso Casa Longobarda, si terrà l’incontro Riannodare le generazionicon Mariapia Veladiano, l’autrice dialogherà con Sabina Fadel. Che cosa c’è di più vitale di un giovane? Scorre attraverso la vita come acqua fresca di fonte. E noi adulti sappiamo cogliere questa sua freschezza? Sappiamo aiutarlo ad affrontare il suo personale percorso? La scuola è all’altezza del compito? Viaggio a trecentosessanta gradi nell’universo educativo di oggi, all’epoca del post covid.

Alle 15.00 presso l’Hotel Villa Cipriani, il ciclista Francesco Moser dialogherà con Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport. Protagonista della storia del ciclismo italiano, a tutt’oggi è il ciclista con il maggior numero di vittorie in Italia e il terzo al mondo. Il ritiro dal professionismo non gli ha impedito di coltivare sotto un’altra luce la passione per le due ruote e quella completamente diversa per le viti e la produzione di vino. Una gloria del passato con la testa nel futuro.

Alle 17.30 nella Sala Consiliare il fotografo Lorenzo Capellini, l’ingegnere Francesco Maggiore e lo scrittore e critico letterario Silvio Perrella, dialogheranno con Antonio Gregolin.Un viaggio attraverso la Puglia e Napoli, terre ricche di contraddizioni e di infinita bellezza, bagnate dall’acqua, circondate da una natura ricca di frutti e di sapori. Un viaggio narrativo, fotografico e sentimentale in compagnia di uno dei più grandi fotografi viventi e di chi vive e conosce profondamente queste regioni in perenne equilibrio tra incanto e realismo. Un viaggio e un saluto a una delle voci più significative del ‘900 italiano: Raffaele La Capria

Il 24 e il 25 settembre ad Asolo, nella Sala Beltramini si terrà la Mostra fotografica di Cristian Macchitella, Fili di crine. Mettendo assieme le immagini di ogni capolinea, l’artista, ha tracciato il senso di un viaggio. Tra le periferie industriali, le spiagge di settembre, i luoghi non più abitati, corre l’invisibile filo di crine del silenzio.

Dal 24 al 25 settembre presso la Loggia della Ragione troverete la LIBRERIA DEL FESTIVAL (a cura della libreria Ubik di Asolo).

Prenotazione obbligatoria su www.festivaldelviaggiatore.com o presso libreria Ubik di Asolo (in orario di apertura, Tel. 0423-571459)
Prenotazione eventi Euro 2, ad eccezione di alcuni che prevedono un ingresso con contributo di Euro 10.
Sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria tutti gli eventi a Bassano del Grappa, l’inaugurazione della mostra fotografica di Macchitella e la serata di Premiazione ad Asolo.
Sono ad ingresso gratuito senza prenotazione: “La viaggiatrice del freddo”, “Cercatori di Tesori” e “La Puglia negli occhi, Napoli nel cuore”.
Presentarsi all’evento 20 minuti prima dell’orario in programma. 10 minuti prima dell’inizio la prenotazione decade a favore delle persone in lista di attesa. Non saranno ammesse deroghe a queste disposizioni.

In caso di mal tempo il programma potrebbe subire cambiamenti.

immagine di Luciano Vettorato