12 giorni
Durata
Aprile
Periodo
Damaraland, Deserto del Namib, Namib Rand, Okonjati reserve, Otjiwarongo, Parco nazionale Etosha, Swakopmund, Walvis Bay, Windhoek, Wolwedans
Località

Dal 19 al 30 aprile 2018. Quota di partecipazione per persona in camera doppia € 3.980,00 per n. 16 partecipanti.

1 notte standard guest room Hilton Hotel pernottamento e prima colazione
1 notte standard room Mount Etjo Safari Lodge pensione completa
1 notte standard room Mokuti Lodge pensione completa
1 notte standard room Okaukuejo Resort pensione completa
1 notte standard room Twyfelfontein Country Lodge pensione completa
2 notti standard room Strand Hotel pensione completa
1 notte standard room Kulala Desert Lodge pensione completa
2 notti standard room Wolwedans Dune Camp on FI
Pensione completa tranne la prima note a Windhoek
Mance
Guida in italiano
Autista in lingua inglese
3 bottiglie di acqua al giorno
VAT + Tourism Levy
Assicurazione annullamento medico bagaglio

La quota non comprende:

Bevande
Visa
Escursioni ed attività non mensionate

Attività:

  • Marine Dune Day (escursione in barca della Baia Walvis – intera giornata)
  • Scheduled Activities Wolwedans Dune Camp

Tasse di ingresso:

  • Etosha National Park
  • Twyfelfontein Rock Engravings
  • Moon Landscape & Welwitschia
  • Sesriem and Sossusvlei

Supplementi:

  • euro 1.429,00 business class
  • euro 530 camera doppia uso singola
    (Salvo adeguamento valutario)

NOTIZIE UTILI

  • DOCUMENTO NECESSARIO: passaporto individuale con almeno 6 mesi di validità dalla data di partenzA; il permesso di ingresso si ottiene in aeroporto. fotocopia del proprio passaporto. Non sono previste vaccinazioni obbligatorie.
  • FRANCHIGIA BAGAGLIO : 1 collo a persona di massimo 20kg (dimensioni massime tot cm 158) + 1 collo a mano di kg 8 (variabile a seconda del vettore utilizzato)
    (dimensioni massime 56x36x23).
  • VALUTA : è possibile cambiare dollari namibiani, sia da Euro che da dollari nelle banche delle principali città e dell’aeroporto. Nei lodge il cambio è molto sconveniente. Consigliato il cambio a Windhoek in aeroporto . Ricordate però di non  arrivare alla fine del viaggio con troppa valuta locale, perché potreste non avere tempo di ricambiare e, viceversa, la  moneta namibiana non è più accettata all’estero.
  • CLIMA : previste indicativamente temperature minime 12° e massime 28° Ricordiamo cappello, occhiali da sole, scarpe comode, crema solare, Autan tropici, eventuale binocolo e macchina fotografica.
  • FUSO ORARIO: Il fuso orario è di un’ora aventi rispetto l’Italia

OPERATIVO VOLI

VOLI ETHIOPIAN:
ET 703 19APR FCOADD 2345  0635   20APR
2 ET 835 20APR ADDWDH 0835  1235
3 ET 834 30APR WDHADD HK16 1325  2115
4 ET 702 01MAY ADDFCO HK16 0010  0640

TERMINI E CONDIZIONI

ACCONTO, PAGAMENTO E PENALI DI CANCELLAZIONE

  • La prenotazione è confermata con il pagamento di un deposito del 20% non rimborsabile
  • Secondo acconto 90 giorni prima della partenza
  • Saldo 30 giorni prima della partenza

PENALE DI CANCELLAZIONE

  • 8 settimane prima dell’arrivo: 25%
  • tra 8 e 4 settimane: 50%
  • tra 4 e 2 settimane : 75%
  • meno di due settimane: 100%

Assicurazione annullamento medico bagaglio Tripy To’p

  • Massimale di spese mediche fino ad € 50.000
  • Annullamento viaggio con giustificativo

 

 

1

1 GIORNO 19 APR – ROMA/WINDHOEK


Volo Roma Windhoek Ethiopian
2

2 GIORNO 20APR


Arrivo a Windhoek International Airport (Hosea Kutako). Disbrigo delle formalità doganali e incontro con la guida, sistemazione in hotel. Cena libera a pernottamento
HILTON
3

3 GIORNO D21APR – WINDHOEK/OTJIWARONGO Area (Okonjati Reserve) Km 256- 3h


Dopo la prima colazione partiremo con il nostro truck in direzione nord, verso Okahandja, capitale della popolazione Herero, ove è prevista una sosta per visitare il mercato artigianale del legno. All’arrivo, sistemazione in hotel. Pensione completa. Nel pomeriggio fotosafari in vettura scoperta 4×4 nella riserva privata del Lodge (Opzionale) o TEMPO LIBERO PER IL RELAX MOUNT ETJO
4

4 GIORNO 22APR – OTJIWARONGO Area/PARCO NAZIONALE ETOSHA -Km 394 -4h


Pensione completa. Il viaggio procede sempre verso nord in direzione del parco Etosha. Sosta pranzo lungo; nel pomeriggio primo fotosafari all’interno del parco. Sistemazione in al MOKUTI LODGE, situato a brevissima distanza dall’ingresso di Namutoni. Il parco nazionale Etosha: il piu’ esteso parco faunistico dell’Africa australe, prende il nome dalla vasta depressione salina centrale, l’Etosha Pan (nome che, secondo i piu’, significa “grande luogo bianco dell’ acqua asciutta”; un vasto deserto salino di oltre 5.000 km2 formatosi una dozzina di milioni di anni or sono da un vasto lago poco profondo via via prosciugatosi. Il clima secco e l’ambiente sostanzialmente arido, pur non privando gli animali del loro sostentamento non consentono una vegetazione troppo rigogliosa e creano l’ambiente ideale per l’avvistamento della fauna, che si raccoglie attorno alle pozze per abbeverarsi. La flora arborea è prevalentemente costituita dal “Mopane”, dalla caratteristica foglia bilobata a forma di farfalla, mentre in una ristretta area a ovest di Okaukuejo si può vedere la rara “Moringa ovalifolia”, uno strano albero con qualche somiglianza con il “Baobab” e che sembra piantato in terra alla rovescia.
5

5 GIORNO 23APR – PARCO NAZIONALE ETOSHA - Km 145 – Intera giornata di safari


Pensione completa. L’intera giornata sara’ dedicata al fotosafari con sosta per il pranzo in uno dei rest camp all’interno del parco (Halali). Pernottamento presso il OKAUKUEJO RESORT CAMP – situato all’interno del Parco Etosha, nella parte Ovest. Questo rest Camp è famoso per la bellissima pozza d’acqua dove all’alba e al tramonto si recano molti animali per abbeverarsi.
6

6 GIORNO 24APR – PARCO NAZIONALE ETOSHA/DAMARALAND – Km 352 4h


Pensione completa. Si lascerà il Parco in direzione della regione del Damaraland.  Lungo il viaggio sosta in un villaggio abitato dalla tribu Himba presso Otjikandero Himba Orphan Village. All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate in hotel. TWYFELFONTEIN COUNTRY LODGE, adiacente alle incisioni rupestri. Le incisioni rupestri di Twyfelfontein: L’Arte rupestre che si può ammirare in questi luoghi è assolutamente straordinaria per bellezza, qualità e quantità di documenti iconografici giunti fino a noi sotto forma di petroglifi e pitture. Questo notevole patrimonio archeologico, tra i più importanti a livello mondiale, è fondamentale per conoscere la preistoria dell’Africa australe, un subcontinente dove la documentazione scritta, i resti monumentali o le epigrafi scarseggiano o sono di epoca relativamente recente, sebbene gli studiosi considerino la zona come la culla della più antica presenza umana. Le Organ Pipes, nascoste in un piccolo canyon, sono una curiosa formazione rocciosa modellata dall’azione degli elementi nel corso di milioni d’anni: si tratta di lastre di basalto affiancate le une alle altre e talmente dritte e regolari da somigliare incredibilmente alle canne di un organo da chiesa. La Montagna Bruciata è una collina nera e carbonizzata, dall’aspetto poco invitante che si ritiene abbia avuto origine più di 100 milioni di anni fa, come risultato di una reazione chimica prodotta dall’incontro tra il magma vulcanico e la terra argillosa; durante le ore dell’alba e del tramonto questa apparentemente insignificante collina, si trasforma in un’esplosione di colori e di sfumature infuocate.
7

7 GIORNO 25APR – DAMARALAND/COSTA ATLANTICA/SWAKOPMUND – Km 335 4h30


Pensione completa. La mattinata sarà dedicata alle visite delle incisioni rupestri di Twyfelfontein, sito protetto dall’Unesco ed alle insolite formazioni geologiche della Montagna Bruciata e delle Canne d’Organo. Il viaggio prosegue verso sud; via via il panorama cambia, con una vegetazione sempre più rada man mano che si scende verso l’oceano via UIS, proseguendo poi fino fascia costiera, semidesertica, fino a raggiungere la cittadina di Swakopmund. All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate presso lo STRAND HOTEL. Sorge sulla costa atlantica, in corrispondenza della foce a delta del fiume Swakop, da cui prende il nome (“Swakopmund”, in tedesco, significa “foce dello Swakop”). Circondata dal deserto del Namib e dall’oceano, Swakopmund ha un clima temperato, con temperature medie comprese fra 15 °C e 25 °C e meno di 15 mm di pioggia all’anno. Alla scarsità di precipitazioni supplisce la fredda corrente oceanica del Benguela, che trasporta nell’area umidità in forma di nebbie mattutine.
La data esatta della fondazione della città si fa risalire al 4 agosto 1892, giorno in cui l’equipaggio di una nave chiamata Hyäne (“iena” in tedesco) eresse due segnali su una grande duna, nei pressi dell’odierno faro. I primi abitanti dell’insediamento furono 120 soldati delle Schutztruppen e 40 coloni portati a Swakopmund da un’altra imbarcazione, la Marie Woermann. Oltre ai coloni tedeschi furono portati in loco alcune centinaia di africani di etnia Kroo provenienti dalla Liberia, che furono impiegati per i lavori pesanti. Nel 1898 fu completata la realizzazione della prima barriera frangiflutti, usata anche come molo. Negli anni successivi il porto fu ampliato, e l’insediamento divenne rapidamente un importante centro di import-export; vi aprirono sedi molti uffici dell’amministrazione coloniale tedesca e molte imprese commerciali. A questo periodo risalgono alcuni degli edifici storici della città. Nel 1909 venne formalmente istituita la municipalità di Swakopmund.
8

8 GIORNO 26APR – WALVIS BAY (COSTA ATLANTICA) – Escursione di un’intera giornata


Pensione completa (pranzo pic-nic in corso di escursione) . In mattinata crociera nella laguna di Walvis Bay durante la quale si potranno avvistare diverse specie di delfini, una delle quali endemica delle coste namibiane, avere un “ incontro ravvicinato” con le otarie del capo e osservare diverse specie d’uccelli marini, alcuni peculiari dell’avifauna antartica. Con molta fortuna si potranno addirittura avvistare balene e orche marine. Dopo pranzo escursione in jeep per esplorare l’area protetta di Sandwich Harbour, che si trova sulla costa del deserto del Namib, a circa 55 km a sud di Walvis Bay. Sandwich Harbour un tempo era un porto naturale con l’accesso ad acqua fresca per i cacciatori di balene e di lavorazione del pesce; ora è una laguna naturale, e uno dei quattro siti di Ramsar in Namibia. La vostra guida vi farà conoscere quello che è chiamato “L’oceano di sabbia”, vivrete l’esperienza di scalare una duna in totale sicurezza a bordo di un veicolo 4×4; una giornata tra panorami mozzafiato in mezzo al deserto più incontaminato… altissime dune che si stagliano sul mare, un cielo azzurrissimo e la fantastica ed ampissima vista sul deserto. Cena e pernottamento in hotel. La zona costiera paludosa di Walvis Bay è un sito RAMSAR. La zona costiera paludosa di Walvis Bay è una delle tre principali zone palustri del continente Africano per il numero di specie di volatili che sono presenti nell’ecosistema. È uno dei 900 siti al mondo per la protezione delle zone umide ed è parte del progetto per la “Conservazione delle zone paludose” che intende prevenire il deterioramento dell’ecosistema della Laguna e delle zone paludose a essa connesse, promuovere la conoscenza e favorire l’educazione al problema, implementare un piano di gestione dell’area. La Namibia è firmataria della Convenzione internazionale relativa alla protezione delle Zone Umide come habitat degli uccelli acquatici, nota come Convenzione di Ramsar, firmata a Ramsar in Iran il 2 febbraio 1971. A oggi sottoscritta da più di centocinquanta paesi, con oltre 900 Zone Umide individuate nel mondo, rappresenta l’unico trattato internazionale moderno per la tutela delle Zone Umide, sostenendo i principi dello sviluppo sostenibile, e della conservazione delle biodiversità.  www.nnf.org.na  www.ramsar.org/
9

9 GIORNO 27APR – SWAKOPMUND/DESERTO DEL NAMIB - Km 374 – 5h


Pensione completa. Dopo colazione, partenza in direzione sud, verso Sossusvlei, superando i Canyon di Gaub e Kuiseb. Lungo il tragitto sosta per visitare la Welwitschia Mirabilis, straordinario esemplare di fossile botanico vivente e l’incredibile e desolato paesaggio lunare della valle della luna. Successiva sosta a Solitaire per gustare e il più prelibato Apfelstrudel di tutta l’Africa (facoltativo); sì, la famosa torta di mele e cannella, una delizia unica da accompagnare a te o caffè (americano) e da gustare nel giardino seduti a un tavolo tra uccelli tessitore indaffarati a raccogliere fili d’erba da intrecciare sui rami degli alberi e il rumore dell’acqua che zampilla dalla fontana. All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate in LODGE.
KULALA DESERT LODGE Il deserto del Namib. Con un’età stimata intorno agli 80 milioni di anni, il Namib è considerato il più antico deserto del mondo. La sua origine è dovuta alla rottura dell’antico continente Gondwana, quando l’Africa e il sud dell’America lentamente si separarono l’uno dall’altro. Il vero processo di trasformazione in deserto però iniziò non più di 2 milioni di anni fa, quando la distanza accumulata dai due continenti fu sufficiente da permettere alla gravità terrestre di trascinare verso nord la corrente fredda del Benguela, di origine antartica, fino a raggiungere l’equatore. E’ questa corrente alla base degli immensi depositi di sabbia, che sono stati spazzati via dal tumultuoso fiume Orange dagli altopiani Sudafricani, trascinati verso il mare sulle aride coste Namibiane e trasportati verso l’interno dai forti venti di sud-ovest. Il particolare rosso delle dune dipende dall’ossido di ferro che ricopre i granelli di sabbia.
10

10 GIORNO 28APR – DESERTO DEL NAMIB/NAMIB RAND -Km 170 – 3h


Pensione completa. Partenza di primo mattino per visitare le famose dune di Sossusvlei alla tenue luce dell’alba; gli ultimi sei chilometri in sabbia profonda sono effettuati con veicolo 4×4. Visita dell’oasi e del Dead Vlei (lago morto). Ritorno al Sossusvlei lodge per il pranzo, e nel pomeriggio proseguimento per il Namib Rand. Spettacolare riserva naturale con panorami e colori ineguagliabili. Sistemazione presso il Wolwedans Dune Camp.
Trattamento di Full Inclusive.
11

11 GIORNO 29APR – NAMIB RAND - WOLWEDANS


Intera giornata dedicata all’escursione all’interno del Nambi Rand, con trattamento full inclusive
12

12 GIORNO 30APR – NAMIB RAND (WOLWEDANS)/WINDHOEK/ROMA – Km 425 - 6h


Ore 6:00 prima colazione e trasferimento all’aeroporto di Windhoek e partenza per l’Italia

Recensioni del viaggio

Non ci sono ancora recensioni per questo viaggio

Scrivi una recensione

Valutazione